Info

FREQUENTLY ASKED QUESTIONS


  • Qual è il criterio per l’attribuzione del Pediatra di Famiglia?
  • A che età termina l’assistenza pediatrica?
  • In che orari il Pediatra è reperibile? Chi contattare nei giorni festivi e prefestivi?
  • Come si attivano le esenzioni per reddito e patologia?
Qual è il criterio per l’attribuzione del Pediatra di Famiglia?

1° NATO

Va attribuito al PLS che nel distretto ha scelte inferiori a 800 bambini. Se non ci fossero, va attribuito (in base alla libera scelta) al pediatra con assistiti compresi tra 800 e 1000.
Se il PLS ha un numero di bambini maggiore di 1000, la nuova scelta può essere attribuita solo con la contestuale ricusazione di un tredicenne.

2°-3°… NATO

La scelta può essere fatta a favore dello stesso pediatra che ha in cura altro soggetto, appartenente alla stessa famiglia, anche in deroga al massimale individuale.
Se il PLS ha un numero di bambini maggiore di 1100, la nuova scelta può essere attribuita solo con la contestuale ricusazione di un tredicenne.

CITTADINI EXTRACOMUNITARI

La scelta è a tempo determinato e coincide con il permesso di soggiorno, può essere attribuita a qualsiasi pediatra che abbia un numero di pazienti fino a 1000.

CITTADINI NON RESIDENTI

La sceltà è a tempo determinato, da un minimo di 3 mesi ad un massimo di 1 anno. È attribuita per libera scelta ad un qualsiasi pediatra purché non abbia un numero di assistiti superiore a 1000.

SCELTE DERIVANTI DA REVOCHE DI ALTRI PEDIATRI (cambio pediatra)

La scelta va attribuita al pediatra dello stesso distretto che abbia un numero di scelte inferiore al massimale (800).
In caso non ce ne fossero più, la scelta può essere attribuita a qualsiasi pediatra del distretto con un massimale compreso tra 800 e 1000 bambini.

SCELTE PER PATOLOGIA CRONICA

La scelta permane allo stesso pediatra fino al compimento del 16° anno dell’adolescente. Il PLS che ha un numero di pazienti superiore a 1100 può conservare il bambino con patologia cronica per il quale i genitori richiedono il prolungamento sino ai 16 anni. tale paziente decade al compimento della prevista età senza che questo determini sua sostituzione con altro paziente.

A che età termina l’assistenza pediatrica?

L’assistenza pediatrica termina al compimento dei 14 anni.

È possibile chiedere il mantenimento fino al compimento dei 16 anni esclusivamente in presenza di una delle seguenti condizioni:

  • allergie gravi;
  • artrite cronica giovanile;
  • asma medio-grave;
  • autismo;
  • bambini con gravi situazioni di disagio socio-familiare o già sottoposti a provvedimenti tutelari da parte del tribunale dei minori;
  • cecità mono o binoculare;
  • celiachia;
  • cerebropatie;
  • emicrania ricorrente;
  • deficit immunologici congeniti o acquisiti;
  • diabete mellito;
  • displasia broncopolmonare;
  • distrofie ed ipotonie muscolari;
  • disturbi del linguaggio o dell’apprendimento;
  • disturbi dell’emotività dell’infanzia e dell’adolescenza;
  • disturbi endocrini e del metabolismo;
  • disturbi pervasivi dello sviluppo;
  • disturbi specifici dell’apprendimento (DSA);
  • epatiti croniche;
  • epilessia;
  • fibrosi cistica;
  • glaucoma;
  • ipo/ipertiroidismo;
  • malattie congenite o acquisite dello scheletro (osteopatie e displasie);
  • malattia cromosomica e genetiche;
  • nanismo ipofisario ed altre auxopatie;
  • nefropatie con o senza insufficienza renale;
  • osteocondrosi;
  • patologie autoimmuni;
  • patologie cardiache congenite e acquisite (compresi i vizi valvolari)
  • patologie ematologiche;
  • patologie oncologiche;
  • portatori di derivazioni per idrocefalo;
  • sindrome androgenitale;
  • sindrome di Down;
  • sindromi e malformazioni congenite;
  • sindromi genetiche;
  • sordità mono o bilaterale e gravi ipoacusie.
In che orari il Pediatra è reperibile? Chi contattare nei giorni festivi e prefestivi?

La reperibilità del pediatra di base va dalle ore 8.00 alle ore 20.00 dei giorni feriali e dalle ore 8.00 alle ore 10.00 del sabato e dei giorni prefestivi.

La continuità assistenziale è garantita dalla Guardia Medica presso le sedi di:

  • Meta, Via del Lauro, 66 – tel. 0818088919
  • Massa Lubrense, Via Roma, 33 – tel. 0818089135
  • Vico Equense, Piazza San Renato, 1 – tel. 0818023392

nei seguenti orari:

  • giorni feriali dalle ore 20.00 alle ore 8.00 del giorno successivo
  • giorni prefestivi dalle ore 10.00 alle ore 24.00
  • giorni festivi dalle ore 0.00 alle ore 8.00 del giorno successivo

Per le emergenze è necessario contattare il 118 o recarsi al Pronto Soccorso Pediatrico dell’Ospedale di Vico Equense.

Come si attivano le esenzioni per reddito e patologia?

I cittadini che ritengano di essere in possesso dei requisiti di reddito previsti potranno verificare dal proprio medico curante o presso il Distretto Sanitario di appartenenza l’inclusione del loro nominativo negli elenchi degli esenti generati automaticamente dalla SOGEI/MEF in base ai dati provenienti da Ministero delle Finanze, Ministero del Lavoro e INPS.

Qualora il nominativo non risulti incluso nell’elenco degli esenti, è possibile avanzare richiesta all’ASL presentando:

  • autocertificazione del diritto all’esenzione per reddito con riferimento al reddito complessivo ed al nucleo familiare riferito all’anno precedente a quello di erogazione delle prestazioni (per tale motivo vanno sicuramente rinnovate presso l’ASL le esenzioni dei bambini nati successivamente alla compilazione della dichiarazione dei redditi),
  • documento di identità in originale,
  • documento di identità e tessera sanitaria in fotocopia del richiedente e dell’avente diritto.

L’esenzione per patologia cronica e invalidante e per malattia rara deve essere richiesta all’ASL di residenza, presentando un certificato medico che attesti la presenza di una o più malattie incluse nel D.M. 28 maggio 1999, n. 329 e successive modifiche. Il certificato deve essere rilasciato da un presidio ospedaliero o ambulatoriale pubblico.
Lo stato ed il grado di invalidità devono invece essere accertate dalla competente Commissione medica della ASL di residenza dell’assistito. L’accertamento costituisce condizione necessaria per il rilascio dell’attestato di esenzione.

Codici di esenzione:

E00, “Cittadini di età superiore a 6 anni e inferiore a 65 anni con reddito fiscale complessivo inferiore a 36.151,98”
E01, “Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro (ex art. 8, comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)”
E02, “Soggetto titolare  (o a carico di soggetto titolare) della condizione di disoccupazione con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro, incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)”
E03, “Soggetto titolare (o a carico di soggetto titolare) di assegno (ex pensione) sociale (art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)”
E04, “Soggetto titolare (o a carico di soggetto titolare) di pensione al minimo, con più di 60 anni e reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)”
E10, “Nucleo familiare composto da 1 o 2 persone con reddito complessivo non superiore a 15.000 euro”
E11, “Soggetti appartenenti ad un nucleo familiare composto di almeno tre persone con reddito complessivo non superiore a 18.000 euro”
E12, “Soggetti appartenenti ad un nucleo familiare composto di almeno quattro o cinque persone con reddito complessivo non superiore a 22.000 euro”
E13, “Soggetti appartenenti ad un nucleo familiare composto di oltre cinque persone con reddito complessivo non superiore a 24.000 euro”
E14, “Soggetti appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo compreso tra 36.151,98 euro e 50.000 euro”
E18, “Cittadini trapiantati d’organo appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro, limitatamente ai farmaci correlati strettamente alle proprie patologie”
T14, “Prestazioni a favore dei minori affidati alle case famiglia e comunità alloggio a seguito di provvedimenti del Tribunale dei minori”
da 001 a 056 “Soggetti affetti da patologie croniche e invalidanti esenti ai sensi del D.M. 28/05/99 n. 329 e succ. modifiche e integrazioni” (v. tabelle ministeriali)
codici C, Invalidità
codici R, Malattie rare (v. tabelle ministeriali)

http://www.stefaniamanetti.it/wp-content/uploads/2015/12/heart-health-1.jpg

DOWNLOAD


VADEMECUM

About

La dott.ssa Stefania Manetti è pediatra di famiglia da circa 30 anni (Settembre 1986) a Piano di Sorrento, nonché referente regionale ACP e Nati per Leggere.

Lavora in gruppo con la dott.ssa Clelia Dilengite e il dott. Costantino Apicella, entrambi Pediatri di Libera Scelta.

Dal blog

Copyright by Stefania Manetti 2016. All rights reserved.